BillowebOS 32bit LXDE

Introduzione

Ciao a tutti e benvenuti nella pagina wiki/presentazione della mia prima fatica a livello di OS. Ho preparato in questi giorni la BillowebOS in formato 32bit con LXDE pensata per computer datati. Ho sviluppato la distro inserendola in una macchina virtuale con 1GB. di RAM. Il risultato? Stupefacente! Nei prossimi paragrafi, spiegherò in dettaglio tutto.

Gli screenshot

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco come si presenta il desktop, in stile Windows XP ma rivisitato. Notare la barra delle applicazioni trasparente con i due blocchi dei pacchetti uno a sinistra e l’altro a destra. Stile studiato per un cliente il quale ha lavorato tutta la vita su Windows XP, ed ora lo vuole sostituire su una macchina datata,  visto che oramai XP non ha più gli aggiornamenti gratuiti da Microsoft.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco il menu, che ripropone il menu in stile classico di XP o quello di windows 2000. Leggero, si avvia all’istante, e dotato di un parco software di app e di sistema che non fa invidia a nessuno. Faccio notare il pulsante sfondo verde con una “B” nel suo interno: è una mia creazione, fatta con GIMP. Molto bello visivamente, si sposa nell’insieme, e fa la sua figura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è il gestore di risorse. Ci ho tenuto a fare uno screenshot, perché ho voluto testare il consumo effettivo della distro a “riposo”, ossia senza nessun programma aperto, solo i pacchetti di sistema. Il risultato? Strabiliante. Usa la CPU al 2% e un consumo di RAM di ben 177mb su 1GB totale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco il menu di logout. Ho mantenuto quello originale di LXDE, ma ho sostituito l’intestazione. Al posto di quello originale, ho messo il mio personalizzato. L’ho reso performante. Simpatico, no?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa è la home . Come potete vedere ho messo le icone di Windows XP, così il nostro user affezionato rimane contento. I bordi della finestra son quelli originali di LXDE. Il menu a sinistra è al albero, così trovi tutto quello che ti serve con un semplice clic.

Nello specifico

Il file iso pesa all’incirca 1GB, è stato assemblato con systemback, versione 1.7, compatibile per Debian. L’ho inserito nel cloud di SharekFile, del mio amico Denis Genitoni, il quale è stato gentilissimo ad aprirmi un account per metterci le mie iso. Alla fine di questa pagina troverete il pulsante per poter scaricare la mia iso e provarla.

Specifiche tecniche

Dicevo, la iso pesa all’incirca 1GB, abbiamo visto che a riposo, una volta installato il sistema, consuma solo 177mb su 1GB di ram totale, il che è strabiliante. Ecco la configurazione minima di sistema della iso:

  • PC pentium4 o superiore;
  • RAM 1GB o superiore;
  • scheda video integrata;

Testato virtualmente, ma questi sono i parametri penso che sopporta la distro.

Scarichiamo la ISO

E finalmente dopo tanto parlare di BillowebOS, eccovi il link per poter scaricare la mia fantastica creatura. E’ sufficiente fare clic sul pulsante sotto, con scritto “download iso”.

Per accedere alla live system:
Login: user
Password: live
password root: live
Ditemi la verità: vi ho incuriositi?

In conclusione

Provatela, sicuramente non ve ne pentirete. E dopo rispondete a questa domanda:

Siete ancora convinti che si tratti di una REMIX?

CC BY-ND 4.0 BillowebOS 32bit LXDE by BillowebOS is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivatives 4.0 International License.