Come ho creato la BillowebOS

Salve gente, è per me un piacere e un onore presentarvi la mia ultima fatica (veramente): la distro derivata di Debian chiamata BillowebOS.

Come potete vedere, è un lavoro per me importante, tant’è che ci ho comperato anche un dominio tutto suo, e parlo solo di lei qua dentro, della mia creatura..

Che cosa è BillowebOS?

BillowebOS è una derivata di debian, creata e assemblata partendo praticamente da zero. Sono partito da una Debian NetInstall, e da li ho inserito a manina, col terminale loggato come root, tutti i componenti che, messi insieme, formano lo scheletro della BillowebOS.

Partiamo con la presentazione

Innanzitutto, ho voluto Debian come base per la mia distribuzione perché è molto solida e molto stabile (non per niente Debian è usata come base per i server), quindi son andato sul sito ufficiale di Debian e ho scaricato la Netinstall (l’ultima versione aggiornata), sia per la architettura a 32bit che per quella a 64bit.. Non avendo un vecchio PC come “muletto” ho installato la debian netinstall su una macchina virtuale con VirtualBox, settando la macchina virtuale al momento in base alla distro che creo.. Ma questo lo spiego meglio negli articoli che farò mano mano che creerò le varie varianti di BillowebOS. Dopo aver creato la macchina virtuale, ho provveduto a installare debian stando ben attento a installarla senza grafica, perché quella ce la mettevo io a mano. Finito il lavoro di installazione della parte a riga di comando, allora ho cominciato a inserire a uno a uno tutti questi pacchetti che ora vi elenco sotto:

  • ho abilitato i repository contrib non-free e aggiunto i jessie backports nel file sources.list;
  • ho abilitato il completamento automatico del terminale;
  • ho installato tutti i componenti necessari per la compilazione dei pacchetti;
  • ho installato il flash player e i java open;
  • ho installato tutti i tools necessari per la compressione e decompressione;
  • ho installato tutti i codec multimediali necessari per eseguire i file nel sistema;
  • ho installato il necessario per le librerie QT;
  • ho installato e configurato l’audio;
  • ho installato e configurato il network di rete e inserito tutti i firmware wifi;
  • ho installato alcuni font carini e renderizzato il tutto;
  • ho installato e configurato il server di stampa (gestione stampante)

Bene. Visto quante cose che ho installato? Meno male che Debian le aveva tutte nei suoi repo, su questo son stato fortunato. E non è finita qua, alla fine di tutto ho installato anche il server grafico per poter far girare poi i Desktop Environment con cui vestirò la mia creatura.

In conclusione

Devo dire che ho fatto per ora un ottimo lavoro, ma la BillowebOS ancora non si presentava in maniera finale. Occorre ancora installare Il desktop Environment, perché da solo il server grafico serve a poco. Comunque, cari ragazzi, questo è lo scheletro della mia BillowebOS.

Siete ancora convinti che si tratti di una REMIX?

 

CC BY-ND 4.0 Come ho creato la BillowebOS by BillowebOS is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivatives 4.0 International License.